Erone di Alessandria dimostra il principio di azione-reazione

Le invenzioni di Erone di Alessandria

Nel 100 a.C., il greco Erone di Alessandria, matematico e ingegnere, crea la eolipila, un dispositivo in grado di rappresentare il principio di azione e reazione che è alla base del funzionamento di tutti i motori a razzo.

#Corsaallospazio, #eronedialessandria, #azionereazione, #eolipila, #invenzione

Il vapore era già noto nei tempi antichi, ma non era convenientemente sfruttato come fonte di energia. Eppure, già nel 100 a.C., Erone di Alessandria, docente di fisica nella scuola superiore di Alessandria d'Egitto, aveva costruito una turbina, il primo congegno azionato dalla forza del vapore chiamata la "sfera di Eolo" o Eolipila, che mostrava ai suoi studenti in funzione.

La scoperta di Erone dimostrava l'alto livello di conoscenza tecnica raggiunto dall'umanità già 2200 anni fa. Infatti la sfera rotante di questa macchina sfruttava, per muoversi, il principio di azione - reazione: il vapore, prodotto nel recipiente semisferico inferiore (assimilabile a una "caldaia") grazie al fuoco sottostante, raggiungeva il recipiente sferico tramite due tubi verticali e usciva violentemente dai due ugelli, i quali, opportunamente orientati, provocavano il moto di rotazione per effetto di reazione.

 

 

 

Dal cartone animato “Grandi uomini per grandi idee” – Erone di Alessandria

 



<----

ca. 275 a.C. 

L'astronomo greco Aristarco di Samo suggerisce un modello astronomico dell’universo (sistema solare) che anticipa la moderna teoria eliocentrica proposta da Niccolò Copernico. Tuttavia, queste idee, che Aristarco presenta nella sua opera sulle dimensioni e distanze del Sole e della Luna, sono essenzialmente ignorate a favore del modello geocentrico dell'universo proposto da Eudosso di Cnido e approvato da Aristotele.

Aristarco di Samo e il primo modello eliocentrico



 --->

150 d.C

L’astronomo greco Tolomeo scrive Mathematikè sýntaxis ("Trattato matematico", successivamente chiamato Almagest). Tolomeo raccolse la conoscenza astronomica del mondo Greco. Tolomeo formulò un modello geocentrico, in cui solo il Sole e la Luna, considerati pianeti, avevano il proprio epiciclo, ossia la circonferenza sulla quale si muovevano, centrata direttamente sulla Terra. Questo modello del sistema solare, che da lui prenderà il nome di sistema tolemaico, rimase di riferimento per tutto il mondo occidentale fino a che non fu sostituito dal modello di sistema solare eliocentrico dell’astronomo polacco Niccolò Copernico, già noto, comunque, nell’antica Grecia al tempo del filosofo Aristarco di Samo

ca. 180 d.C.

Luciano di Samosata scrive il primo libro di fantascienza “Di Una Storia Vera”

Il primo viaggio sulla Luna fu compiuto diciotto secoli fa!