Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Vantaggi del francking

NEWS/TECNOLOGIA/FRACKING

Nel 2000 lo shale gas, il gas estratto da rocce porose, costituiva il 2% della produzione di gas naturale degli Stati Uniti d’America. Alla fine del 2012 la percentuale era già salita al 40%. E nel prossimo futuro è destinata a crescere ancora, consentendo agli Usa di tagliare tre diversi traguardi: scalzare la Russia quale massimo produttore mondiale di gas naturale, raggiungere l’indipendenza energetica e dare un formidabile contributo ad abbassare i costi mondiali dell’energia e, dunque, a rilanciare l’economia planetaria. Per questo molti parlano di una vera e propria shale revolution.

 

Quella dello shale gas, dicono i più ottimisti, è un’autentica svolta storica, una rivoluzione appunto, perché modificherà gli equilibri energetici, economici e geopolitici del pianeta. E avrà anche un positivo impatto ecologico. Il presidente degli Stati Uniti, Barack H. Obama, punta su questo «gas naturale non convenzionale», come la fonte energetica principale nel periodo di transizione verso le fonti rinnovabili e carbon free, che non producono gas serra.

 


 

Se sei interessato a questo argomento, leggi anche:

Cos’è il fracking?

Fracking

 

Joomla templates by a4joomla