Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Green building: I materiali e le loro tonalità di verde

NEWS/TECNOLOGIA/GREEN BUILDING

La risposta alla domanda "Quali sono i materiali da costruzione verde?" non è né bianco né nero, ma piuttosto una tonalità di grigio/verde. Questo è un ostacolo per l'edilizia in quanto siamo abituati a dei requisiti specifici al fine di stabilire la conformità con i codici vigenti e con gli standard accettati per la cura professionale.

 

 

 

Valutare quanto un materiale è verde è una sfida. E’ necessario rispondere a delle domande apparentemente semplici che, però, posso produrre delle risposte molto complesse. Per esempio:
1. Il prodotto è pericoloso? Che cosa succede se nel processo di produzione uno dei sottoprodotti è un prodotto chimico - uno dei più di 80.000 sostanze chimiche di sintesi a uso commerciale che, secondo l'EPA, Consiglio nazionale delle ricerche, non sono stati testati per il loro effetto sugli esseri umani?

2. Il prodotto è ottenuto a livello locale? Che cosa succede se uno dei materiali in ingresso in una delle fasi sembra essere ottenuto da una fonte appartenente ad un ecosistema a rischio, come l’estrazione della bauxite per produrre alluminio mina la foresta pluviale?

3. Il prodotto proviene da materie prime riciclate? Che cosa succede se i materiali in ingresso sono ottenuti interamente con materiali riciclati? con materiali riciclati a base di petrolio? E se l'unica struttura attrezzata per riciclare questi materiali a base di petrolio è all'estero? Cosa succede se un prodotto è fabbricato interamente con materiali riciclati, ma il legante resina adesiva è un noto cancerogeno?

4. Si utilizza elevati quantitativi di energia nella produzione?

5. A fine vita, il prodotto è riutilizzabile o riciclabile?

Bilanciare il "bene" e il "cattivo" non è facile. Per gestire al meglio il volume di informazioni è utile suddividere le informazioni in tre categorie:

(1) la gestione delle risorse,

(2) le prestazioni tossicità / IEQ,

(3) le performance.

Queste categorie sono strumenti che consentono di valutare rapidamente e confrontare il verde di un prodotto rispetto ad un altro.

 


 

Se sei interessato, leggi anche:

Green building: che cos’è un materiale green

Green building: materiali tra sostenibilità e prestazioni

Green building: motivazioni e barriere

 

Joomla templates by a4joomla