Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

ARCHITETTURA INNOVATIVA: il Federal Center South Building 1202

NEWS/TECNOLOGIA/ARCHITETTURA INNOVATIVA

Alte prestazioni in termini di sostenibilità e design raffinato caratterizzano uno dei dieci edifici del 2013 più green al mondo secondo l’AIA, the American Institute of Architects: si tratta del Federal Center South Building, sede dell’US Army Corps of Engineers di Seattle, progettato dal team americano ZGF Architects. Materiali riciclati da altri cantieri, ottime prestazioni energetiche in termini di sostenibilità e comfort interno contraddistinguono gli spazi che ospiteranno gli ingegneri dell’esercito degli Stati Uniti. 

 

La sua forma ottimizzata, i sistemi e l'orientamento dell'edificio lo pone tra gli edifici ad alta efficienza energetica. Ogni aspetto importante della costruzione è stato progettato in risposta diretta alla creazione di un edificio ad alte prestazioni che stabilisce un nuovo standard di lavoro.

I primi studi di progettazione sono stati utilizzati per ottimizzare l'orientamento e volumetrie allo scopo di utilizzare al meglio l’illuminazione naturale.  Elementi esterni di ombreggiatura, lucernai, finestra e rivestimenti allo scopo di controllare il riscaldamento interno, l’abbigliamento di chi frequenta il palazzo e di fornire una vista ininterrotta verso l'esterno.

Ottimizzare la penetrazione di luce naturale, riducendo la necessità di luce artificiale e ridurre  i costi energetici.

Si stima che circa 430.000 galloni di acque piovane saranno raccolte ogni anno, fornendo una riduzione del 79 per cento del consumo di acqua potabile per il lavaggio dei servizi igienici e riducendo l'utilizzo di acqua potabile domestico del 58 per cento attraverso apparecchi efficienti.

Il progetto si propone di capitalizzare lo scambio termico giornaliero e stagionale raccogliendo l'energia termica quando disponibile e conservarlo per l'uso in caso di necessità. Un serbatoio di accumulo termico, contenente un materiale a cambiamento di fase (PCM), viene utilizzato per assorbire calore. Allo stesso modo un anello di terra funge da fonte di calore per pompe di calore efficienti in inverno, quando non c'è abbastanza calore raccolto con il metodo sopra descritto.

Come parte dello sforzo del progetto c’è il riutilizzo di materiali esistenti. I rifiuti da costruzione è uno degli impatti ambientali più significativi del settore delle costruzioni in quanto generano circa il 40% del totale del flusso di rifiuti solidi. Questo progetto ha raggiunto un tasso di diversione del 99% dei rifiuti da costruzione.

 


 

Se sei interessato, leggi anche:

TECNOLOGIA INNOVATIVA: la Scozia investe sull’energia dalle maree

TECNOLOGIA INNOVATIVA: In India si costruirà una stazione per la produzione di idrogeno rinnovabile

ARCHITETTURA INNOVATIVA: Certificazione Leed Gold per il Muse di Renzo Piano

 

Joomla templates by a4joomla