Riciclo creativo: la farina di sughero per realizzare articoli di arredamento

NEWS/RICICLO CREATIVO

 

Il sughero è un materiale complesso, forse l’unico materiale legnoso che si ottiene senza il taglio dell’albero. Per questo è un simbolo della tutela dell’ambiente.

 

 

 

Il prodotto in sughero più noto è il tappo. Le proprietà di isolamento del tappo di sughero che servono per preservare i vini migliori nel tempo sono dovute alla struttura cellulare del sughero stesso, che ne fa un materiale perfetto anche per l’isolamento termoacustico delle abitazioni.

Nel ciclo produttivo del sughero ci sono innumerevoli operazioni di taglio e rifinitura che producono polvere, la quale in larghissima parte viene avviata al recupero energetico per combustione.

Qualche numero:

          Nell’area mediterranea si producono 200.000 ton/anno di sughero

          Per ogni tonnellata di sughero immessa in un ciclo produttivo, solo 540 kg si convertono in prodotti commerciali

     Il resto è, per circa l'80%, polvere o farina utilizzabile come materia prima  (più di 70.000 ton/anno) ma circa 40.000 ton/anno di farina di sughero vengono bruciate

 

Una notevole quantità di farina di sughero viene bruciato: una risorsa che non viene riciclato.

 

Questa farina mantiene le caratteristiche del materiale originale ed è un’ottima materia prima per la realizzazione di isolanti sostenibili ( vedi la proposta di BIOSOST: SuberSkin)

 

Con la farina di sughero è inoltre possibile realizzare un impasto lavorabile a mano adatto a creare oggettistica per la casa. 

 

Portaoggetti realizzati da Roberta Di Monte

 


Leggi anche:

Riciclo creativo: un portamatite per riciclare una lattina di latta

Riciclo creativo: CORK l'eco-lamp

 

 

 

Joomla templates by a4joomla