Gli italiani come considerano il problema della biodiversità?

Difendere il nostro pianeta significa difendere anche la biodiversità.

 

La biodiversità garantisce la vita sulla Terra. Noi siamo parte di essa e da essa dipende la nostra sopravvivenza e la qualità della vita.

La biodiversità e gli ecosistemi sani purificano l'acqua che beviamo e l'aria che respiriamo; ci forniscono cibo, materiali e farmaci, mantengono il terreno fertile, regola il clima e ci protegge da condizioni meteorologiche estreme.

Stiamo perdendo biodiversità a ritmi senza precedenti nella storia umana. La perdita del nostro capitale naturale mina i mezzi di sussistenza e le opportunità dell'umanità per lo sviluppo sostenibile. E’ stato stimato che la perdita di biodiversità costa all'Unione Europea il 3% del PIL all'anno.

 

La protezione e il ripristino della biodiversità è un obiettivo fondamentale per l'Unione Europea, ma cosa ne pensano gli europei? Gli italiani cosa ne pensano?

 

La maggioranza degli intervistati europei (91%) ritiene che il problema della biodiversità sia molto grave.

Gli intervistati in Svezia sono i più propensi a dire che questo è un problema molto serio a livello globale (83%), seguite da quelle in Lussemburgo (77%), la Francia (70%) e Germania (69%). All'altra estremità della scala, un più limitato 39% degli intervistati in Polonia, il 46% in Romania e il 47% in Estonia pensa la perdita di biodiversità è molto grave a livello globale.

 

Cosa pensano gli italiani su questo argomento?

 

Solo il 51% dei votanti ritiene molto importante la biodiversità.

La maggior percentuale di votanti che ritengono molto importante la problematica della biodiversità è al di sopra dei 35 anni.

 

 

Joomla templates by a4joomla