Biodiversità: le sugherete (parte 2)

NEWS/NATURA/BIODIVERSITA’

Le foreste di querce da sughero supportano uno dei più alti livelli di biodiversità tra gli habitat forestali

La diversità vegetale possono raggiungere 135 specie ogni metro quadrato; molti hanno valore aromatico, culinario o medicinale. Le sugherete possono contenere più di 30 diverse felci, alcune delle quali molto rare ed una microflora costituita da molte specie di funghi. Il sottobosco fertile è denso di eriche, leguminose e erbe aromatiche.

 

Le sugherete ospitano anche una ricca varietà di animali, tra cui ragni, rospi, gechi, scinchi, vipere, manguste, gatti selvatici, caprioli, cinghiali, cervi e Barbary genets. Milioni e milioni di uccelli che svernano nelle sugherete che provengono dal nord Europa, tra cui gru comune, cicogne, avvoltoi, poiane, aquile.

Le sugherete forniscono un servizio ecologico cruciale. Gli alberi proteggono il suolo dall'erosione del vento e idrica aumentando la velocità con cui l'acqua piovana viene assorbita. La quercia da sughero è un negozio di carbonio, aiuta la riduzione dei gas a effetto serra nell'atmosfera, soprattutto nei primi anni della loro vita in cui crescono in fretta. Ad esempiom in Spagna, le foreste andaluse incamerano più di 150 milioni di tonnellate di anidride carbonica, di cui la quercia da sughero ne archivia quasi l’11 per cento.

 


 

Se sei interessato a questo argomento, leggi anche:

Biodiversità: le sugherete (parte 1)

Joomla templates by a4joomla