3 marzo, Giornata Mondiale della Natura

Giornata Mondiale per la Natura: un’opportunità di far sentire la propria voce sul tipo di mondo che vogliamo.

 

Gli esseri umani stanno imparando a conoscere la natura perché sono parte della natura e dipendono dagli ecosistemi della natura per sopravvivere.

La Natura, lasciata sola, lavora in perfetta armonia per fornire aria pulita, acqua pulita, ecosistemi sani e temperature regolamentate che supportano la vita sulla terra in tutte le sue varie forme. La Natura è stata paragonata a una rete delicata ma robusta in cui tutte le cose sono collegate e interdipendenti. Se la rete si rompe, la nostra stessa sopravvivenza è minacciata.

Siamo sulla Terra da circa 3,5 milioni di anni. Se vogliamo rimanerci ancora dobbiamo imparare a preservare l’ambiente, gli habitat naturali e gli ecosistemi. Da ciò dipende il nostro futuro.

Questo sembra una prospettiva scoraggiante se si pensache la popolazione mondiale crescerà ancora, fino a 9,7 miliardi entro il 2050. Ma, come la maggior parte delle attività umane, è possibile, e la gioventù di oggi ci può spingere nella giusta direzione.

Il tema della Giornata Mondiale per la Natura di quest'anno il 3 marzo è "Ascoltate le giovani voci."

"Dato l'attuale tasso di bracconaggio e di contrabbando, saranno le generazioni future che un giorno parleranno di elefanti, rinoceronti e molte altre specie in pericolo come si parla oggi di mammut: magnifiche creature che appartengono al passato? Non dobbiamo e non permetteremo che questo accada ", dice CITES (Convenzione sul commercio internazionale delle specie di flora e fauna selvatiche) segretario generale, John E. Scanlon.

"Per avere successo dobbiamo sfruttare appieno l'innovazione e l'energia della giovinezza, e combinarlo con la saggezza che viene con l'esperienza, se vogliamo fare il cambiamento... Questo è il messaggio dietro il tema 'Ascoltare la giovani voci ' ".

La perdita di habitat, il cambiamento climatico e il bracconaggio su scala industriale incidono sulla sopravvivenza di specie grandi e piccole.

Secondo il partenariato sulle foreste, a livello globale, la superficie media delle foreste pro capite si è dimezzato, da 1,2 ettari nel 1960 a 0,59 ettari nel 2008. La deforestazione globale continua ad un ritmo allarmante: 13 milioni di ettari di foresta vengono distrutti ogni anno.

Ma, nonostante le preoccupanti notizie, stiamo assistendo a segnali positivi di cambiamento. Sempre più persone si stanno impegnando per difendere il nostro Pianeta.

I giovani con le loro menti aperte e con le loro competenze di social media sono in grado di aumentare la consapevolezza e fermare comportamenti insostenibili prima che essi mettano le radici, e per influenzare il cambiamento delle persone adulte.

 

 

Torna all'indice NATURA

 

 

 

 

Joomla templates by a4joomla