Le piantagioni di olio di palma: un tentativo per essere più sostenibili

Alcune aziende stanno cercando di ricavare elettricità usando il metano proveniente dai rifiuti della produzione dell’olio di palma a beneficio delle comunità locali e portare a utili societari

 

 

La produzione dell’olio di palma ha portato a importanti deforestazioni nelle zone tropicali.

Diverse volte ho trattato questo problema:

 

Olio di Palma nei biocarburanti: a rischio le foreste pluviali

La deforestazione del Borneo

Scompare il bambù e i panda si estinguono

Il patrimonio forestale globale

 

 

La consapevolezza dei consumatori dei problemi ambientali causati dalla produzione di olio di palma sta mettendo una pressione crescente sulle aziende per supportare la sostenibilità anche se per la maggior parte dei consumatori l'olio di palma è un problema astratto - nonostante venga utilizzato  nel 50% dei prodotti alimentari.

La produzione di olio di palma si concentra nelle zone della foresta pluviale. Solo ora le aziende di olio di palma stanno iniziando a cimentarsi con un problema meno noto che potrebbe fare una differenza significativa nel tentativo di frenare il cambiamento climatico.

Dal punto di vista commerciale, l'olio di palma ha un rendimento fino a dieci volte superiore rispetto agli altri oli vegetali. Questo fattore ha indotto le aziende alimentari a sostituire gli altri oli con quello di palma.

 

La rapida espansione della coltivazione della palma ha portato alla creazione di vaste lagune di acque reflue accanto alle piantagioni.

Questi stagni torbidi e contenenti detriti color marrone provenienti dalla trasformazione dei frutti di palma per ricavare, rilasciano una grande quantità di metano nell'atmosfera - un gas così potente intrappola circa 34 volte più calore dell’anidride carbonica ed ha un ciclo di vita di 10-15 anni.

In base ad uno studio, è stato stimato che le emissioni di carbonio provenienti dalle acque reflue sono pari alle emissioni nazionali del Belgio. L’idea di poter utilizzare il metano per produrre energia sarebbe una soluzione per ridurre l’impatto ambientale delle coltivazioni di Olio di Palma. Si tratterebbe di un enorme vantaggio per il clima, ma le società produttrici non hanno intenzione di fare investimenti a meno che non ci sia l'incentivo economico a farlo.

Attualmente, solo una piccola quantità di metano è utilizzato.

Una società inglese che possiede tre mulini di olio di palma in in Indonesia, ha installato un impianto per la raccolta del metano presso due dei suoi mulini nel 2012. Dopo aver raccolto il gas, esso viene pulito dai vari prodotti chimici e dall’acqua prima di essere immessa in un motore a combustione, l'energia prodotta viene utilizzata per alimentare le operazioni della piantagione.

Ovviamente la sostenibilità di queste discariche a cielo aperto dovrebbe essere un obbligo e non un’opportunità di guadagno ed, allo stesso tempo, non deve essere un paravento per nascondere le continue deforestazioni.

 

(fonte TheGuardian)

 


Leggi anche:

Le foreste filandesi in pericolo

Lo stato delle foreste tropicali

La canna da zucchero come un driver per la deforestazione tropicale

Joomla templates by a4joomla