Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Il Cile progetta il più grande parco marino al mondo per proteggere l’Isola di Pasqua

L'Isola di Pasqua (in lingua nativa Rapa Nui, letteralmente "grande isola/roccia”) è un'isola dell'Oceano Pacifico meridionale appartenente al Cile.

 

La gente del posto, con il loro stile di vita, è minacciata dai pescherecci industriali ed hanno chiesto la possibilità di proteggere l'ambiente

Le popolazioni locali hanno uno stile di vita fortemente radicata e tramandata dal passato. Ma questo modo di vivere in una delle più remote isole del mondo è in pericolo a causa della pesca illegale attuata dai pescherecci industriali.

Per le 7.000 persone che vivono sull’isola e per il governo del Cile, che amministra l'isola dalla terraferma, la soluzione è un vasto parco marino.

Il parco dovrebbe avere un’estensione di 278.000 miglia quadrate di oceano. Sarebbe il parco più grande al mondo se creato prima di quello proposto dal Regno Unito intorno alle isole Pitcairn.

"La gente che fa la pesca illegale stanno prendendo le nostre risorse, i nostri soldi." ha detto Sara Roe, presidente dell'associazione dei pescatori al porto. Tra il 2004 e il 2013, ha detto, ci fu un drammatico declino del tonno, del pesce spada e del barracuda mettendo a rischio il sostentamento dell’isola.

Secondo il piano presentato dal Rapa Nui,costituito da 3.000 indigeni dell'isola, solo agli isolani sarebbe permesso pescare entro le 50 miglia dalla costa. Per tutti gli altri, la pesca sarà vietata entro le 200 miglia, con la minaccia di azioni da parte della marina cilena come deterrente.

 

(fonte TheGuardian)

 


Leggi anche:

Carpineto Della NORA PE - Piana Del Voltigno (Parco Nazionale del Gran Sasso e Monti della Laga)

Riserva della biosfera in Italia: Collemeluccio-Montedimezzo Alto Molise

Biodiversità, basterebbe il 2,5% della spesa militare per salvarla

Joomla templates by a4joomla