Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Landsat per il rilevamento delle foreste

FORESTE. Un sistema per  osservare   la copertura forestale sul nostro pianeta.

 

 

Il Landsat è un gruppo di satelliti per il telerilevamento che osservano la Terra. I dati da loro collezionati vengono utilizzati da oltre 30 anni per studiare l'ambiente, le risorse, e i cambiamenti naturali e artificiali che avvengono sulla superficie terrestre.

La messa in orbita dei satelliti Landsat ha iniziato l'era delle osservazioni della terra per motivi non-militari. Questi satelliti furono i capostipiti dei satelliti per telerilevamento. Oggi molti dati vengono collezionati con la metodologia usata da questi satelliti costruiti da varie nazioni e imprese commerciali, ma i dati Landsat sono lo standard per le osservazioni terrestri e Landsat è l'unico sistema, di tale tipo, che colleziona, archivia e distribuisce dati per tutta la superficie terrestre. Il primo satellite Landsat fu messo in orbita il 23 luglio 1972 a cui seguirono altri 7 lanci per un totale di 8 satelliti. 

Il satellite Landsat 8 della Nasa, lanciato nel febbraio 2013, ha il compito di monitorare dall'alto lo stato di salute delle foreste. A seguito di un accordo col WWF, l'Agenzia spaziale americana fornisce agli ambientalisti i dati registrati dal satellite per monitorare i tassi di deforestazione nelle foreste tropicali più minacciate del pianeta.

Il Landsat 8 ha il compito di osservare la Terra, orbitando attorno al nostro pianeta 14 volte al giorno ad un'altitudine di 438 km. Ciò significa che il satellite torna sopra ogni posizione ogni 16 giorni.

I rilevamenti hanno stabilito che la perdita forestale globale tra gli anni 2000 e 2012 è stato di 2,3 milioni di chilometri quadrati mentre, per lo stesso periodo, si è riscontrato in altre zone un aumento di 800.000 chilometri quadrati.

Di tutti i paesi nel mondo, l'Indonesia ha avuto la maggior perdita di foreste. Anche il Brasile è esposto in modo importante alla deforestazione ma la perdita di foresta annua è fortunatamente diminuita.

Le cause principali di questa perdita sono la deforestazione, gli incendi, le tempeste di vento e gli insetti. 

(fonte NASA)

 


Leggi anche:

In California persi il 50% dei grandi alberi negli ultimi 90 anni

La lotta ai cambiamenti climatici parte dalle foreste, un’importante riserva di carbonio

Il disboscamento influisce sull’equilibrio della biosfera

Joomla templates by a4joomla