Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

La giornata mondiale della giraffa

NEWS/NATURA/ANIMALI A RISCHIO DI ESTINZIONE

Il 21 giugno 2014 è stata la prima giornata mondiale della giraffa. Gli esemplari in natura sono scesi da 140 a 80 mila in circa dieci anni. 

 

 

 

 

 Dalla fine degli anni Novanta a oggi, gli esemplari in natura sono passati da 140 a 80 mila, una riduzione del 40% in poco più di dieci anni: per questo la Giraffe Conservation Foundation ha istituito la giornata mondiale della giraffa, un World Giraffe Day per sensibilizzare e raccogliere fondi a sostegno di questo mammifero africano. 

L’obiettivo è organizzare una campagna di sensibilizzazione su scala mondiale per contenere le cause che stanno portando alla riduzione degli esemplari di giraffa in natura. I fattori sono molti: la degradazione dell’habitat, le attività umane, il bracconaggio. Anche se nella «lista rossa» della Iucn la giraffa appare come animale a rischio minimo di estinzione, tra le nove sottospecie sono due quelle dichiarate in via di estinzione: la giraffa di Rothschild (Giraffa camelopardalis rothschildi) e la West African Giraffe (Giraffa camelopardalis peralta), originaria del Niger, che conta meno di 300 esemplari in natura e per cui il governo del Paese ha istituito programmi di conservazione. 

La giraffa Rotschild, invece, è diffusa in Uganda e nelle aree centrali del Kenya: conta meno di 1050 esemplari, una parte concentrate nel Murchison Falls National Park ugandese.  

 

 

 

Fonte La Stampa

 


Leggi anche:

La tutela delle api è importante: l’Ue lancia un appello

Il cambiamento climatico mette i pinguini imperatore a rischio di estinzione

Allarme per l'estinzione dell'orso marsicano

Joomla templates by a4joomla