Animali in pericolo di estinzione: la lince iberica

NEWS/NATURA/ANIMALI A RISCHIO DI ESTINZIONE

La lince pardina è una specie in pericolo critico originaria della penisola iberica, in Europa meridionale. È il felino più minacciato del mondo. In passato gli studiosi erano soliti considerarla una sottospecie della lince comune (Lynx lynx), ma ora la ritengono una specie separata.

 

 

La lince pardina è più piccola delle sue parenti settentrionali e generalmente caccia animali di dimensioni inferiori, solitamente non più grandi di una lepre. Anche l'habitat in cui vive è differente: abita infatti nelle macchie aperte e non nelle foreste come la lince comune.

Al crepuscolo va a caccia di mammiferi (compresi roditori e insettivori), uccelli, rettili e anfibi. La sua preda principale è costituita dal coniglio selvatico.

Dal momento che in Spagna e Portogallo le popolazioni di conigli sono molto diminuite, la lince pardina è spesso costretta ad attaccare giovani daini, caprioli, mufloni ed anatre. È un animale solitario e va a caccia da sola; insegue le sue prede o attende per ore dietro un cespuglio o una roccia che le passino sufficientemente vicino per balzarle addosso in pochi passi.

Questo animale, soprattutto se in compagnia di esemplari più giovani, si sposta molto e può compiere spostamenti che superano i 100 km. Il territorio (di circa 10 - 20 km2) dipende strettamente dalla disponibilità di cibo. Tuttavia, una volta stabilitone i confini, spesso costituiti da strade e sentieri costruiti dall'uomo, il territorio tende a mantenere le stesse dimensioni per molti anni.

Fino alla metà del XIX secolo questa lince era diffusa in tutta la penisola iberica, ma ora il suo areale è ristretto ad alcune aree molto piccole e si riproduce in due sole zone dell'Andalusia, nella Spagna meridionale. La lince pardina predilige ambienti eterogenei costituiti da distese erbose aperte miste a macchie più fitte di corbezzolo, lentisco, ginepro e di alberi di leccio e di sughera. Al giorno d'oggi quasi tutti gli esemplari sopravvissuti si sono ritirati in zone montane, e nelle foreste di pianura o nella fitta macchia mediterranea si incontrano ormai solo pochi sparuti gruppi.

Biodiversità: le sugherete (parte 1)

Biodiversità: le sugherete (parte 2)

La lince pardina è una specie in pericolo critico. È il felino più minacciato del mondo ed il carnivoro più minacciato d'Europa.

Studi effettuati nel marzo del 2005 avevano stimato una popolazione inferiore ai 100 esemplari, rispetto ai circa 400 del 2000 ed ai 4000 del 1960.

E’ notizia del 2013 che grazie ad un fantasioso programma di conservazione gli esemplari sono passati da 94 a 312.

"Non possiamo ancora cantare vittoria, ma ora c'è speranza", ha confermato Miguel Ángel Simón, il direttore del programma per il recupero della lince in Andalusia, nel sud della Spagna. Solo cinque anni fa, l'animale era classificato come "critically endangered", tanto era tragica la situazione. Poi, però, è arrivato il nuovo progetto, finanziato congiuntamente dal governo andaluso e dall'Unione europea.

Si chiama Life Lynx ed è partito con l'allevamento di linci in cattività, nel caso in cui si estinguessero in natura. Ma, a partire dal 2006, il governo andaluso ha lavorato con gli agricoltori e i cacciatori, convincendoli che salvare la lince era nell'interesse di tutti. La lince, allora, è diventata una attrazione turistica della zona, creando ben 31 posti di lavoro a tempo pieno, mentre i lavori forestali effettuati nell'ambito del programma hanno fornito occupazione a centinaia di piccole imprese della zona.

Non male se si considera che in Andalusia la disoccupazione tocca quota 37%. La seconda fase del programma cerca di espandere nella regione della Doñana il dna della lince. Per questo esemplari provenienti dalla Sierra Morena sono stati liberati nell'area e, grazie agli sforzi di un maschio in particolare, soprannominato Caribou, l'anno scorso il 61% delle linci neonate a Doñana discendevano proprio dagli animali della Sierra Morena. Nel maggio 2014 avrà inizio la terza fase del programma, l'introduzione di animali in Portogallo e in altre regioni.

 

 


 

Se sei interessato a questo argomento leggi anche:

Specie protette: il gabbiano reale

Animali a rischio estinzione: il kakapo

QUASI 21MILA SPECIE PIANTE E ANIMALI A RISCHIO

 

 

Joomla templates by a4joomla