Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Nuova Analisi COP21: come si investe sul carbone

Una nuova analisi rileva che i sussidi ai combustibili fossili superano i finanziamenti per il Clima

 

Una nuova analisi condotta dalla Oil Change International e Climate Action Network - Europe rivela che i paesi del G7 insieme con l'Australia spendono 40 volte più sul sostegno alla produzione di combustibili fossili di quanto non facciano per il Fondo verde per il clima .

L'analisi dimostra che l'Australia, Canada, Francia, Germania, Italia, Giappone, Regno Unito e Stati Uniti investono circa 80 miliardi di $ all'anno nel sostegno pubblico per i combustibili fossili, mentre i loro impegni totali al Green Climate Fund ammontano solo 2 miliardi $ all'anno.

L'analisi si basa su un recente rapporto pubblicato dalla Oil Change International e Development Instituteche ha trovato $ 452.000.000.000 nel sostegno pubblico per i combustibili fossili provenienti da paesi del G20 all'anno. Ciò a fronte di soli 121 $ miliardi di dollari in sussidi di energia rinnovabile a livello globale ogni anno.

"L'eliminazione dei sussidi ai combustibili fossili nei paesi ricchi potrebbe essere un enorme doppia vittoria. Sarebbe fermare un enorme spreco di denaro pubblico che sta guidando la crisi climatica, e allo stesso tempo liberando denaro che può aiutare i paesi poveri ad adattarsi agli impatti del cambiamento climatico e fare il passaggio alle energie rinnovabili ", ha detto Doukas, Attivista Senior Oil Change International.

L'analisi rivela che l'Australia offre più di 113 volte di più in sovvenzioni ai produttori di combustibili fossili rispetto a impegni Verde Climate Fund ogni anno; Canada, 79 volte di più; Giappone, 53 volte di più; il Regno Unito, 48 volte di più; Italia, 42 volte di più; Stati Uniti, 32 volte di più; Germania, 21 volte di più; e la Francia, 6 volte più sussidi ai produttori di combustibili fossili che i contributi al Fondo verde per il clima.

(fonte Oil Change International)

 

 

 

 

 


Leggi anche:

Il carbone in declino

Le isole Marshall stanno scomparendo

Lo stress da calore: la prossima crisi globale della salute pubblica?

 

 

Joomla templates by a4joomla