Citta' italiane leader in Europa contro le emissioni di CO2

NEWS/RISCALDAMENTO CLIMATICO/

 

Oltre la meta' delle cinquemila città italiane aderiscono al 'Patto dei sindaci'. L'iniziativa è partita in Europa nel 2008 con l'impegno di ridurre del 20% le emissioni di CO2 entro il 2020 Dopo le città italiane, un quarto delle città europee in campo contro i gas serra si trovano in Spagna (1.323), seguite con grande distacco dalla Francia (151).

 


Secondo i dati di marzo, sono 160 milioni gli europei che potranno beneficiare della messa a punto di misure salva-clima, da trasporti più sostenibili ad un maggiore uso di energia verde, fino ad edifici più efficienti nei consumi energetici.

Una cifra che sale a 187 milioni considerando anche le citta' extra Ue, come Buenos Aires e Kiev. Le grandi capitali europee hanno tutte risposto all'appello, partendo da Londra, Berlino e Madrid, seguite da Roma, Parigi e Budapest, oltre a Milano e Napoli.

Piu' del 30% della popolazione coinvolta vive invece in centri urbani fra i 100mila e 500mila abitanti. Un altro 16% abita in piccoli centri sotto i 50mila abitanti, come Mantova. ''Il problema in Italia sono i finanziamenti - spiega Mariella Maffini, assessore all'ambiente di Mantova.

Considerando i piani d'azione delle singole città convalidati fino al mese marzo dal Patto dei sindaci, per il 2020 si stima un taglio a livello internazionale di circa 100 milioni di tonnellate di CO2, ma facendo una proiezione delle ricadute dell'intero progetto, si parla di una riduzione nel 2020 di circa 420 milioni di tonnellate di CO2, con un risparmio energetico medio pro capite di 1,17 MW/h.

 


 

Se sei interessato a questo argomento, leggi anche:

I laghi glaciali

Il disgelo ed il marciume dell’artico.

Il ghiacciaio del Monte Bianco potrebbe sparire.

Joomla templates by a4joomla