Le storie sul clima nel 2015

Il 2015 protagonista per il cambiamento climatico. Sei eventi che hanno segnato il 2015

2015 è stato un grande anno per il cambiamento climatico. L'anno è stato testimone del gennaio più caldo mai registrato e dal fatto che 200 nazioni hanno firmato un accordo per ridurre il riscaldamento globale. 

 

 

Parigi accordo sul clima: l'inizio della fine per l'era dei combustibili fossili

 Il Programma delle Nazioni Unite ha detto che le emissioni di carbonio devono essere pari a zero entro il 2070 per scongiurare i disastri climatici. Nel mese di dicembre, dopo due decenni di negoziati sul clima, i rappresentanti di quasi 200 nazioni hanno raggiunto un traguardo storico sulla strada verso questo obiettivo.

L'accordo di Parigi, che segna il passaggio da combustibili fossili alle fonti energetiche rinnovabili, obbliga i governi  e li rende responsabili nel raggiungimento dei loro obiettivi sulle emissione dei gas serra. I leader politici hanno salutato l'accordo come un "salto importante per l'umanità".

 

Papa Francesco chiede un intervento urgente sul cambiamento climatico

Papa Francesco ha tenuto un discorso di rinforzo sul cambiamento climatico durante un discorso alla Casa Bianca nel mese di settembre, definendolo "un problema che non può più essere lasciata ad una generazione futura". 

Inoltre, a giugno, il Papa ha pubblicato un Enciclica di 184 pagine  in cui ha esortato le nazioni ricche a prendere l'iniziativa nella lotta contro il cambiamento climatico. Esso descrive il cambiamento climatico come un "problema globale, con gravi implicazioni: ambientali, sociali, economici, politici e per la distribuzione delle merci".

Le parole del Papa sembrano aver influenzato l’opinione di alcuni dei milioni di americani che sono ancora scettici circa l'impatto del cambiamento climatico. Un recente studio ha rilevato che, negli ultimi sei mesi, un numero crescente di americani - cattolici soprattutto - credono sulla realtà del cambiamento climatico e sono preoccupati per i suoi effetti.

 

Obama respinge Keystone XL pipeline

Barack Obama ha respinto l'oleodotto Keystone XL dopo una revisione di sette anni, dicendo che la sua costruzione avrebbe minato la posizione dell'America come leader mondiale nella lotta contro il cambiamento climatico. Il 1,1179 miglia di gasdotto avrebbe portato il greggio dalle sabbie bituminose in Canada per la costa del Golfo. Obama è il primo leader mondiale a respingere un progetto di infrastruttura a causa del cambiamento climatico.

"L'America è ormai un leader globale quando si tratta di prendere seri provvedimenti per la lotta contro il cambiamento climatico", ha detto Obama. "E, francamente, l'approvazione di questo progetto avrebbe minato la leadership globale".

 

Gli scienziati americani avvertono che il 2015 sarà molto probabilmente l'anno più caldo mai registrato

Ogni mese del 2015 è stato finora il più caldo mai registrato, mettendo quest'anno sulla buona strada per essere il più caldo dall'inizio delle rilevazioni, 130 anni fa. Gli scienziati hanno sottolineato che i tre anni più caldi - il 2015, 2014 e 2010 - nella storia registrata sono stati tutti verificati in questo secolo. Questo, dicono, dimostra che il riscaldamento globale sta peggiorando e che le azioni devono essere prese.

 

Il governo olandese obbligato a ridurre le emissioni di carbonio  

Nella prima sentenza di questo tipo, l'Aia ha ordinato al governo olandese di ridurre le sue emissioni di anidride carbonica del 25% entro i prossimi cinque anni. La storica decisione è arrivata dopo che 886 cittadini olandesi hanno citato in giudizio il governo per non agire abbastanza nella riduzione delle emissioni.

Gli avvocati sono convinti che la sentenza potrebbe avere effetti a catena in tutto il mondo. I cittadini in Belgio stanno già preparando un caso simile. James Thornton, direttore generale dell'organizzazione diritto ambientale ClientEarth, ha detto al Guardian che: "Una delle principali corti europee ha sfondato la soglia politico e psicologico. Per la prima volta un tribunale ha ordinato al governo di proteggere i suoi cittadini dal cambiamento climatico. "

 

I livelli di anidride carbonica a livello mondiale rompono la barriera dei 400ppm

Le concentrazioni di biossido di carbonio ha raggiunto un nuovo record a marzo, raggiungendo i livelli mai visti da oltre 1 milione anni. Gli esperti delle Nazioni Unite hanno detto che il clima della Terra sarebbe entrata in una "nuova realtà permanente"  e che i suoi abitanti probabilmente avranno l'esperienza di temperature più calde, eventi meteorologici estremi come siccità e inondazioni e innalzamento del livello del mare e acidità negli oceani. La scoperta ha sottolineato la necessità urgente per i leader ai colloqui sul clima di Parigi per raggiungere un accordo globale per ridurre le emissioni di gas serra.

 

 

 

 

 


Leggi anche:

Nuova Analisi COP21: come si investe sul carbone

Il carbone in declino

Le isole Marshall stanno scomparendo

 

 

Joomla templates by a4joomla