Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Diminuiscono le emissioni di CO2 nell’Unione Europea

Le prime stime di emissioni di CO2 derivanti dall'uso di energia in Europa

 

Nel 2014, le emissioni di CO2 nell'Unione europea calcola che sono diminuiti del 5% rispetto al 2013

Eurostat stima che nel 2014 l'anidride carbonica (CO2) proveniente dalle emissioni originate dall’utilizzo dei combustibili fossili sono diminuite del 5,0% nella Unione Europea (UE), rispetto all'anno precedente.

Le emissioni di anidride carbonica sono una delle principali cause del riscaldamento globale e rappresentano circa l'80% di tutte le emissioni di gas serra dell'UE. Essi sono influenzati da fattori quali le condizioni climatiche, la crescita economica, le dimensioni della popolazione, dai trasporti e dalle attività industriali.

Diverse iniziative di efficienza energetica dell'UE mirano a ridurre le emissioni di CO2 e di altri gas ad effetto serra. Va inoltre notato che le importazioni e le esportazioni di prodotti energetici hanno un impatto sulle emissioni del paese in cui vengono bruciati i combustibili fossili: per esempio, il carbone importato provoca un aumento delle emissioni mentre se l'elettricità viene importata, non ha alcun effetto diretto sulle emissioni nel paese d'importazione in quanto questi sarebbero segnalati nel paese esportatore in cui sono prodotti.

 

(fonte EUROSTAT)


Leggi anche:

Quattordici anni di monossido di carbonio da MOPITT

COP21: gli USA sottopongono il piano d'azione per il clima 

L'Europa non deve avere paura di condurre il mondo sulla normativa ambientale

Joomla templates by a4joomla