Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

Innalzamento del livello del mare: come si misura

Negli ultimi 20 anni, il livello dei mari è costantemente aumentato.

 

 

 

 

 

Solo nel 2010 – 2011 ci fu una diminuzione del livello del mare. Usando la missione Grace della NASA si scoprì che in realtà c’era meno acqua nel mare.

Dal principio “nulla si crea e nulla si distrugge” ed analizzando i dati della missione Grace, è stato suggerito che molta acqua era evaporata dall’oceano durante La Niña del 2011 provocando notevoli precipitazioni e inondazioni in Australia e Sud America.

Alcuni mesi più tardi, l’oceano è tornato ai livelli dell’anno precedente e il trend di crescita è ripreso.

 

 

Gli indicatori del cambiamento climatico: livello del mare

 

.

Il livello del mare globale è aumentato di circa 8 centimetri negli ultimi 130 anni. Potrebbe non sembrare molto - ma l'oceano copre circa il 70 per cento della superficie terrestre e detiene circa il 99 per cento delle sue acque. Un piccolo aumento o una diminuzione comporta un sacco di acqua.  

"Innalzamento del livello del mare è il metro di misura per il riscaldamento globale", ha dichiarato Josh Willis, un ricercatore al JPL. "E’ il parametro con il quale si misura la quantità di attività umana che cambia il clima. E' un indicatore del calore supplementare che l'oceano ha assorbito e l'acqua che proviene dai ghiacciai e delle calotte di ghiaccio ".

La NASA, con la missione Jason, è in grado di misurare il livello del mare e la topografia della superficie dell'oceano, le variazioni in altezza della superficie dell'oceano in diverse aree del mondo. 

 

Clima: Terminata missione oceanografica del satellite Jason-1

 

 

La variazione del livello del mare è guidato in parte da correnti più profonde e modelli meteorologici come El Niño, La Niña e il Pacifico Decadal Oscillation. Questi modelli muovono enormi quantità di acqua da alcune regioni dell'oceano ad altri, spingendo alcune parti della superficie verso il basso e altri verso l'alto.

L'oceano si sta anche assorbendo calore. Piccoli trasferimenti di calore si verificano costantemente sulla superficie dell'oceano e, infine, l'oceano inghiotte la maggior parte del calore dei gas serra intrappolato nell'atmosfera terrestre. Tale calore riscalda l'intero oceano, facendolo espandere.

Espansione sembra semplice, ma la misura è una sfida. Oltre il 90 per cento del calore intrappolato dentro l'atmosfera terrestre dal riscaldamento globale sta andando negli oceani. I dati misurati da 3600 boe confermano che l'oceano si riscaldato dal 1870 ad oggi.

Sostanzialmente la NASA sta controllando il ciclo dell'acqua della Terra. Altre missioni oceaniche sono Acquario , che misura la salinità degli oceani per offrire agli scienziati indizi sull’evaporazione. La missione SWOT migliorerà le misurazioni topografiche della costa dopo il suo lancio che avverrà nel 2020. 

 

(fonte NASA)

 


 

 

 

Torna all'indice LIBRO

 

 

 

 

 


Leggi anche:

Clima: Coldiretti, caldo record in Italia, Novembre con 3 gradi in più

RapidScat, un nuovo dispositivo per studiare il clima

Un sistema di satelliti per studiare l'atmosfera terrestre

 

 

Joomla templates by a4joomla