Impatto dell’ aumento del livello del mare sulle isole del Pacifico

NEWS/RISCALDAMENTO CLIMATICO/

 

L’innalzamento del livello del mare è oggi una delle principali preoccupazioni per molte zone pianeggianti e altamente popolate al mondo. Tuttavia, è difficile prevedere le conseguenze in termini di erosione.

 

Nell'ambito del progetto CECILE si sta valutando l'impatto del cambiamento del livello del mare su alcune coste situate in diverse parti del mondo al fine di valutare la loro sensibilità e la variabilità della loro risposta a diversi tassi di aumento del cambiamento. Questo lavoro presenta lo studio condotto sulle coste in due regioni del Pacifico: la Polinesia Francese e la Nuova Caledonia.

 

L’Innalzamento del livello del mare è una delle principali conseguenze del riscaldamento globale, che minaccia molte basse, altamente popolate regioni costiere del mondo. In queste regioni, l'aumento del livello del mare amplifica altre sollecitazioni dovute a fenomeni naturali o le attività umane.

 Le Osservazioni per gli ultimi decenni da mareografi e altimetria satellitare mostrano che l'aumento del livello del mare è tutt'altro che uniforme: in diverse regioni, il tasso di aumento del livello del mare è fino a 3 volte il tasso medio globale (stimato di 3,5 mm all'anno in quanto la primi anni 1990), in altre regioni, il tasso è più lento. Questa variabilità regionale è dovuto a vari fenomeni, il fattore principale è il riscaldamento non uniforme degli oceani. Conoscere con sicurezza quanto il livello del mare salirà nei prossimi decenni (non solo in termini di media globale, ma anche a scala regionale) è una questione chiave per un certo numero di regioni costiere, che già devono affrontare gli effetti negativi del cambiamento climatico e delle attività umane.

 Questo studio sta mettendo in evidenza la complessità delle interazioni dei processi fisici che determinano la mobilità costiera nel Pacifico. In questo contesto, l'aumento del livello del mare non è il fattore più importante attualmente guidando mobilità costiera, ma questo potrebbe cambiare in futuro con maggiore livello di aumento dei tassi sul mare. Questa comunicazione è supportata dall'Agenzia nazionale francese per la Ricerca (ANR) all'interno dei suoi planetari cambiamenti ambientali (CEP) quadro. Ringraziamo il Governo Polinesia Francese (SAU) e il nuovo governo Caledonia (DIMENC, DITTT) per la fornitura di dati.

 


Se sei interessato a questo argomento, leggi anche:

Clima: Terminata missione oceanografica del satellite Jason-1

Clima: uliveti e vigneti 'migrano' verso l'Atlantico

Clima: l’Italia osservato speciale

Joomla templates by a4joomla