KIDS. Il nostro futuro è pensare alla Terra

Il clima influenza continuamente la nostra intera esistenza.

 

Il cielo è spesso la prima cosa che guardiamo appena svegli al mattino. La pressione e l’umidità influiscono sul nostro corpo e sul nostro umore; chi, infatti, non ha mai detto “oggi sono depresso: sarà colpa della pioggia!”. Almeno una volta al giorno quasi tutti ci informiamo sulle previsioni del tempo e fin dalla nascita siamo abituati a cicli stagionali che regolano i cicli biologici di tutti gli esseri viventi.

Sono stati anche inventati dei detti popolari proprio sul tempo che spesso ci sembrano banali luoghi comuni; ma la frase “le stagioni non sono più quelle di una volta”, nonostante sia una lamentela davvero antica, poiché la diceva già Virgilio 2000 anni fa, non è mai stata così attuale. Negli ultimi anni, infatti, assistiamo a primavere che sembrano estati, inverni che sembrano autunni e nel frattempo i media ci martellano con l’effetto serra e il riscaldamento globale della temperatura, gli ambientalisti lanciano catastrofiche previsioni per il futuro, mentre gli scienziati e i politici sembra che cerchino di calmare gli allarmismi.

In tutta questa enorme confusione sono le “persone comuni” a non riuscire ad avere le idee chiare.

 

Per comprendere appieno come la Terra sta cambiando, è importante mantenere una prospettiva globale. Dobbiamo immaginare la Terra come un grande sistema, chiamata BIOSFERA. Come in ogni sistema chiuso, la modifica che avviene in un punto si ripercuote su tutto il sistema.

 Per raccogliere i dati è uno sforzo enorme che richiede la collaborazione di molti scienziati in tutto il mondo. Per comprendere gli equilibri della nostra biosfera è necessario raccogliere molti dati di diverso tipo: ad esempio temperatura, gas presenti nell’atmosfera, livello del mare, superficie boschiva, ecc.

Gli equilibri della Terra sono molto delicati. Ad esempio negli ultimi cento anni, la temperatura media della Terra è aumentata di circa tre quarti di grado centigrado. Per alcune persone questo cambiamento può sembrare irrilevante. Tuttavia, se la temperatura della Terra aumenta di altri 4°C sia i ghiacci  della Groenlandia che dell’Antartide potrebbero sciogliersi completamente. Questi cambiamenti si riflettono su tutto il pianeta ad esempio con l’innalzamento del livello del mare a livello globale.

I cambiamenti che avvengono all’interno della biosfera possono essere causati da eventi naturali, come l’eruzione di un vulcano. Una grossa eruzione può emettere grossi quantitativi di polvere che è in grado di alterare il clima.

 

Attualmente i cambiamenti provocati dall’attività dell’uomo hanno raggiunto livelli preoccupanti in quanto quasi fuori controllo.

 

Per troppo tempo le azioni dell’uomo hanno provocato danni incalcolabili alla Terra. Negli ultimi anni si è cercato di correre ai ripari.

 

 

 

 

 

Torna all'indice

 

 

 

 



 
Joomla templates by a4joomla