Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

L'aumento della temperatura media globale porta all’innalzamento del livello del mare

 

L'aumento della temperatura media globale porta al rialzo del livello del mare, principalmente a causa della maggiore dilatazione termica oceanica ed alla perdita di ghiaccio continentale. Il trasporto di calore nell'oceano profondo e la perdita di ghiaccio continentale, soprattutto delle grandi lastre di ghiaccio in Groenlandia e in Antartide, hanno un tempo di risposta millenaria.

 

A meno che la temperatura media globale non venga ripristinata ai livelli pre-industriali, in futuro il livello del mare continuerà a salire. Gli studi sull'impatto socio-economico dei cambiamenti climatici ed in particolare del rialzo del livello del mare sono generalmente limitate al 21° secolo. Ben Marzeion e Anders Levermann valutano lo stesso impatto per un periodo molto più lungo (Environmental Research Letters, pubblicato il 4 marzo 2014).

Tutte le regioni costiere in Europa hanno registrato un aumento del livello assoluto del mare, ma con significative variazioni regionali. La maggior parte delle regioni costiere hanno registrato un aumento del livello del mare rispetto alla terra, ad eccezione del Mar Baltico settentrionale e della costa atlantica settentrionale, che stanno vivendo un considerevole aumento del territorio a seguito del rimbalzo post-glaciale.

I livelli estremi di acque costiere sono aumentati nella maggior parte delle località lungo la costa europea. Questo aumento sembra essere dovuto principalmente all'aumento del livello medio del mare locale piuttosto che ai cambiamenti nelle attività temporalesche.

L'aumento globale del livello del mare nel corso del 21 ° secolo molto probabilmente si verificherà a un ritmo più elevato rispetto al periodo 1971-2010.

Tutti gli studi disponibili prevedono che i danni provocati dalle inondazioni costiere in Europa aumenteranno di molto in assenza di adattamento.

 

 

Andamento del livello del mare assoluto in tutta Europa sulla base di misurazioni satellitari

 

 

 

Come il livello del mare si alza, una frazione crescente della superficie del terreno è sotto il livello del mare. Per un riscaldamento di 3°C si prevede che ci saranno 136 siti dei 720 elencati nella Lista del Patrimonio Mondiale UNESCO che saranno in pericolo.

Il 7% della popolazione mondiale vive attualmente su un terreno che attualmente è sopra il livello medio del mare, ma che sarà, nei prossimi anni, sotto il livello del mare locale. La popolazione interessata è distribuita in modo disomogeneo tra i diversi paesi, con oltre il 60% della popolazione colpita giace nei 5 paesi più colpiti (Cina, India, Bangladesh, Vietnam e Indonesia).

In conclusione se la temperatura media globale aumenterà per quanto previsto, si prevede che circa il 6% (40 siti) dei siti UNESCO sarà interessato, e lo 0,7% della superficie globale sarà sotto il livello medio del mare. Questi numeri aumentano al 19% (136 siti) e di 1,1% per il riscaldamento di 3°C. A questo livello di riscaldamento, 3-12 paesi potranno sperimentare una perdita di oltre la metà della loro superficie terrestre attuale, 25-36 paesi perdono almeno il 10% del loro territorio, e il 7% della popolazione mondiale attualmente vive in regioni che saranno sotto il livello del mare locale.

 


Leggi anche:

World Economic Forum - Global Risks 2019: aumento del livello dei mari


 

 

 

 


Ritorna all'indice