Informativa Questo sito o gli strumenti terzi da questo utilizzati si avvalgono di cookie necessari al funzionamento ed utili alle finalità illustrate nella cookie policy. Chiudendo questo banner, scorrendo questa pagina, cliccando su un link o proseguendo la navigazione in altra maniera, acconsenti all’uso dei cookie.

David Attenborough, famoso divulgatore scientifico inglese, avverte delle conseguenze umane dell'inazione sui cambiamenti climatici

 

 

L'Europa deve aspettarsi una maggiore pressione migratoria dall'Africa a meno che non venga intrapresa un'azione per prevenire il riscaldamento globale, ha affermato Sir David  Attenborough lancia un avvertimento dai toni forti ai responsabili delle politiche sottolineando che il tempo sta per scadere per salvare il mondo naturale dall'estinzione.

Parlando alla riunione primaverile del Fondo Monetario Internazionale a Washington, l'ambientalista ha affermato che alcune parti del mondo diventeranno presto inabitabili e le popolazioni saranno costrette a spostarsi.

Attenborough ha aggiunto che è di vitale importanza che i paesi soddisfino gli impegni assunti nel 2015 perché il tempo per il pianeta si sta rapidamente esaurendo.

Attenborough ha dichiarato: "Sta accadendo in Europa. Le persone vengono dall'Africa perché non possono vivere dove sono". Ha detto che le pressioni migratorie diventeranno più acute man mano che le temperature continuano a salire perché più parti del mondo diventeranno inabitabili.

Attenborough inoltre ha dichiarato: "Trovo difficile esagerare il pericolo. Questa è la nuova estinzione e siamo a metà strada. Siamo in guai terribili e più aspettiamo di fare qualcosa, peggio sarà. "

Inoltre ha detto: "Abbiamo tempo, 10 anni, forse 20 anni, per fare qualcosa al riguardo.  Più rimandiamo, più sarà difficile e se rimandiamo troppo a lungo non saremo più in grado di fare qualcosa e il sistema naturale collasserà ".

Salvaguardare il futuro del pianeta significava che i governi possono aver bisogno di rischiare l'ira degli elettori ponendo fine alle sovvenzioni per i combustibili fossili e imponendo tasse sul carbonio.

"Stiamo sostenendo e sovvenzionando le stesse cose che stanno danneggiando il nostro pianeta. Il mondo naturale è così delicato. Ha bisogno di tutta la protezione che può ottenere. A volte ciò significa che i governi devono prendere decisioni che possono essere dolorose e costare molto denaro.

Attenborough ha detto che gli ha dato speranza  il sostegno fosse forte tra i giovani e  i politici devono  ascoltare: "Stanno dicendo: 'Fai qualcosa e ti sosterremo'".

Il tema di Attenborough sarà ripreso dal cancelliere, Philip Hammond, politico inglese e Cancelliere dello Scacchiere, durante la sua visita a Washington per la riunione di primavera del FMI.

Hammond intende esortare i ministri delle finanze a fare una crescita sostenibile e affrontare il cambiamento climatico mettendolo al centro delle loro economie.

"Dobbiamo lavorare insieme ai nostri partner in tutto il mondo per creare un'economia più sicura, più prospera e più sostenibile per le generazioni future", dirà alla riunione inaugurale di un gruppo globale di ministri delle finanze dedicato all'utilizzo di leve economiche per affrontare il clima che cambia.

Hammond farà il primo intervento alla Coalizione dei ministri delle Finanze per l'Azione sul clima, basandosi sui suoi precedenti avvertimenti che le richieste dei giovani devono essere ascoltate

Hammond sosterrà che l'ambientalismo fa bene all'economia, indicando i 430.000 posti di lavoro del Regno Unito nelle aziende a basse emissioni di carbonio. Il cancelliere insisterà sul fatto che le linee guida globali per affrontare i cambiamenti climatici devono essere sostenute da azioni urgenti.