Chi è BIOSOST?


BIOSOST green solution ha l'ambizione di diventare un punto di riferimento per lo sviluppo di nuovi materiali di origine naturale con un particolare occhio alla sostenibilità ed alle proprietà di isolamento termico.
Promotori
Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. Coautrice di 34 lavori nel campo della catalisi e della nanostrutturazione dei materiali, ivi incluse review ad invito, e 5 brevetti. E’ esperta di nanostrutturazione e ingegnerizzazione di materiali di tipo aerogel a base di Al2O3. Ha conseguito il Dottorato in Ingegneria dei Materiali frequentando il Dipartimento di Ingegneria dei Materiali e Chimica Applicata dell'Università degli Studi di Trieste e con sede amministrativa presso il Politecnico di Milano e superando nel 1995 l’esame per il conseguimento del titolo presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza”. Dal 1995 al 2004 ha seguito personalmente contratti di ricerca tra Magneti Marelli e MEL Chemicals (UK). Dall'aprile 1995 ad oggi esercita attività di ricerca presso il Dipartimento di Scienze Chimiche dell'Università di Trieste, in particolare nell'ambito del progetto di ricerca "Sviluppo di materiali termoresistenti per marmitte catalitiche", e “Preparazione e reattività di sistemi nanostrutturati a base di rame supportato su ossidi misti di CeO2 e ZrO2 allo scopo di sviluppare catalizzatori per la l’ossidazione selettiva del CO in presenza di un eccesso di H2”. Dal 2005 la dott.ssa Di Monte si è occupata di nanostrutturazione di sistemi tipo aerogel e della loro ingegnerizzazione per uso applicativo. Nel 2007 ha vinto il Premio Nazionale per l'Innovazione. Dal 2010 si è occupata di nanostrutturazione di farine di origine vegetale.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. . Esperto del settore sughero, sia nella parte di trasformazione delle materie prime che in quella dell’industrializzazione dei prodotti finiti, della loro commercializzazione e del controllo post vendita. Si è laureato in Scienze Chimiche presso l’Università di Trieste nel 1992. Dal 1993 presta la propria attività per Colombin & Figlio S.p.A., prima come responsabile del settore ricerca e sviluppo, poi dal 1996 anche in ambito normativo ed associativo. è stato, tra l’altro, il delegato per l'Italia presso il Consiglio d'Europa nel "Committee of experts on materials coming into conctact with food - Ad hoc group on Cork", esperto italiano nel ISO TC87: WG2, WG6, WG9, WG10, WG11 (animatore), WG12, WG14 (animatore) dell'ISO TC87, esperto italiano presso il CEN/TC 261/SC 2/WG 1 sul vetro, membro del consiglio di amministrazione e del comitato tecnico della CE Liége (Confederazione Europea del Sughero), di cui dal 2009 è vice-presidente, vice-presidente del Gruppo Sughero di Assoimballaggi - Federlegno Arredo dal 1999 al 02/2005 e dal 03/2008 e presidente dello stesso gruppo dal 02/2005 al 03/2008, membro del Consiglio di Amministrazione del Consorzio Legno-Sughero, esperto presso l’Istituto Superiore di Sanità per il progetto CAST sul legno a contatto con alimenti dal 2007 al 2009. Ha operato, per conto dell’azienda, lo start-up di una filiale in Cina nel 1996 e di una filiale in Argentina nel 2008. È stato relatore a decine di congressi sul sughero ed il suo utilizzo in Europa, Asia, Australia e America Latina ed ha pubblicato un brevetto su un processo di innovazione industriale. Ha svolto per 10 anni il ruolo di manager dei sistemi di gestione e dei sistemi di gestione integrata qualità/sicurezza/ambiente, ricoprendo il ruolo di RSPP.

 


 

Attività

 30 settembre 2016

Il libro "L'uomo che voleva scoprire lo spazio" di Roberta Di Monte nominato finalista al concorso "ilmioesordio2016"

"L'Uomo Che Voleva Scoprire Lo Spazio" di Roberta Di Monte è finalista nella sezione Saggistica del concorso #ilmioesordio2016 Un viaggio nei secoli attraverso la filatelia, un saggio che racconta in modo semplice e coinvolgente la storia e il desiderio dell'uomo di lasciare la terra e rivolgere lo sguardo verso l'infinito. Complimenti Roberta! L'Espresso

15 Gennaio 2016

R.Di Monte, “Utilizzo della pellicola del caffè, coffee silverskin, come materia prima di prodotti isolanti e loro metodo di produzione.”, Brevetto Italiano 0001419608, priorità del 01/08/2013

18 Dicembre 2014

R.Di Monte, “Materiali compositi a base di ossidi/idrossidi inorganici e farine di origine vegetale per pannelli isolanti e loro processo di produzione.”, Brevetto Italiano 0001412854, priorità del 24/07/2012

21 Novembre 2013

Il progetto BIOSOST è stato presentato al 1° Forum dell'innovazione del legno-arredo

Ottobre 2013

Il progetto BIOSOST è tra quelli selezionati al 1° Forum dell'innovazione del legno-arredo

Agosto 2013.

R. Di Monte, “Utilizzo della pellicola del caffè, coffee silverskin, come materia prima di prodotti isolanti e loro metodo di produzione. “, TS2013A000001, 1 agosto 2013.

Giugno 2013

Acquisizione della domanda di brevetto: R.Di Monte, “Materiali compositi a base di ossidi/idrossidi inorganici e farine di origine vegetale per pannelli isolanti e loro processo di produzione.”, TS2012A000005 del 24/07/2012

Roberta Di Monte et al., "Green cork-based innovative resilient and insulating materials: Acoustic, thermal and mechanical characterization", ICA 2013 Montreal, Canada 2-7 June 2013, Acoustical Society of America [DOI: 10.1121/1.4800619]

 


 

Rassegna Stampa

23 novembre 2013

Il Sole24ORE - Impresa & Territori -

Energia e nuovi materiali: le quindici idee di innovazione per la casa

Ci sono le idee per risparmiare energia e quelle per adoperare nuovi materiali, quelle per tentare di fare business in un modo diverso e quelle legate all'information technology: le quindici idee raccolte da Federlegnoarredo per il suo primo contest sull'innovazione sono davvero tutte diverse una dall'altra, originali e, quasi sempre, pronte per essere utilizzate.

vai all'articolo

-------------------------------------------------------------------------------------

22 novembre 2013

Il giornale - Speciali

Snaidero: <Anticipiamo il futuro>

«Le aziende del legnoarredo sono tendenzialmente monoprodotto. Da qui la necessità di spingere verso la creazione di reti d'impresa che consentano alle realtà industriali di competere su mercati mondiali dove è quasi impossibile muoversi da soli. FederlegnoArredo sta lavorando in questa direzione. Certo, ci vorrà del tempo, ma è l'unica via per mantenere la nostra leadership».

vai all'articolo

 

 ------------------------------------------------------------------------------------ 

05 novembre 2013

Il Sole24ORE - Living 24 Ambiente Cucina -

 

eventi

Forum per l'innovazione

Appuntamento il 21 novembre al Kilometro Rosso di Bergamo con il primo Forum dell'Innovazione del LegnoArredo. Presentati i progetti più interessanti selezionati dal Comitato costituito appositamente

Ambiente Cucina

Vai all'articolo

 

 

Joomla templates by a4joomla